Formação continuada e Treinamento profissional

Formação continuada e Treinamento profissional
Foto: Formação continuada - Jornada Pedagógica Curaçá-BA, 2014

segunda-feira, 12 de abril de 2021

Soft Skills - Saber e Sabor das habilidades comportamentais

   

Jornada Pedagógica 2021 - Secretaria de Educação SEDUC, Juazeiro-BA


 Soft skills
é o termo inglês utilizado para definir características comportamentais das áreas cognitiva, emocional e relacional, que determinam a forma como nos colocamos em um determinado ambiente e enfrentamos as exigências do contexto em que vivemos. Elas são chamadas de ‘suaves’ (Soft) para distingui-las das ‘habilidades duras’ (Hard Skills), as capacidades e competências técnicas relacionadas a tarefas ou funções específicas.

 “Habilidades como resiliência, empatia, colaboração e comunicação são todas competências baseadas na inteligência emocional e que distinguem profissionais incríveis da média”. (Daniel Goleman)

O Escorredor de maccarão e as Neurociências ... Saber e Sabor

Algumas das Soft Skills abordadas: Relacionamento intra-pessoal; Pensamento crítico, criatividade e flexibilidade; Problem solving; Atitude positiva, proatividade e resiliência; Relacionamentos interpessoais; Comunicação Assertiva e Não Violenta; Trabalho em equipe e Cooperative Learning; Empatia Liderança Servidora.

Por onde começar ...

Uma história de duas cidades

Um viajante, aproximando-se de uma grande cidade, perguntou a uma mulher sentada à beira da estrada:
"Senhora, como são as pessoas desta cidade?"
"Como são as pessoas do lugar de onde você vem?" - perguntou a mulher.
“São pessoas horríveis - respondeu o viajante - são pessoas egoístas, em quem não se pode confiar, detestáveis ​​em todos os aspectos”.
"Ah - disse a mulher - você vai encontrar o mesmo tipo de gente por aqui também!"
O homem mal tinha saído do lugar quando outro viajante parou e fez a mesma pergunta, curioso sobre os habitantes da cidade.
Mais uma vez a mulher quis saber como eram os habitantes da cidade de onde o homem vinha.
"Pessoas boas, honestas e trabalhadoras que são compreensivas com os outros e consigo mesmas." respondeu o segundo viajante.
A mulher sábia respondeu:
“Pois é ... São o mesmo tipo de pessoas que você conhecerá nesta cidade”.
(Willy McNamara

 

quinta-feira, 11 de junho de 2020

CURSO DE CULTURA E LÍNGUA ITALIANAS (on-line) em época de COVID-19

PPGESA DCH III / UNEB ofertando ...

CURSO DE CULTURA E LÍNGUA ITALIANAS (NÍVEL BÁSICO), a ser ofertado como uma Atividade de Extensão e Internacionalização desenvolvida através do Protejo de Pesquisa e Intercâmbio ITEREURISLAND, vinculado ao Programa de Pós-Graduação Mestrado em Educação, Cultura e Territórios Semiáridos - PPGESA, do Departamento de Ciências Humanas - DCH, Campus III, da Universidade do Estado da Bahia - UNEB.
Metodologia: O curso será realizado a distância, através da plataforma ZOOM on-line  interativa com a coordenação do Prof. Nicola Andrian e a participação das estudantes da UNIPD, Itália.
Conteúdos:
  • Noções básicas de gramática da língua italiana (saudações e apresentações, alfabeto, nome, artigos, verbo ser e verbo estar no indicativo presente, as conjugações ARE, ERE, IRE, números cardinais e ordinais, dias da semana, meses, estações, artigos).
  • Noções básicas da cultura italiana através da música, do cinema e da culinária.
Vagas: 30
Público Alvo: estudantes, professores e funcionários da UNEB
Carga horária: 10 horas
Inscrições: 08 a 14 de junho de 2020 (ppgesa@uneb.br)
Certificado de frequência: PPGESA (75% da participação)
Nicola Andrian
Coordenador projeto de pesquisa e intercâmbio INTEREURISLAND

Il Service Learning in prospettiva Internazionale - Seminario didattico DPSS UNIPD: Le esperienze del Progetto BEA e della ricerca INTEREURISLAND


Ancora una nuova 'prima volta' in questo particolarissimo periodo di 'isolamento' sociale.
Oggi, venerdì 29 maggio 2020, abbiamo realizzaro ... a distanza il Seminario didattico di presentazione delle esperienze di Service Learning Internazionale del Progetto BEA e del progetto di ricerca e scambi INTEREURISLAND.
Un grazie per l'invito al Prof. Massimo Santinello e all'equipe del progetto Mentor Up, Prof.ssa Marisa Bergamin, Sabrina B. e Claudia M.
Un grazie e un buon cammino a tutte e tutti voi studentesse e studenti del corso del corso di 'Mentoring, incrementare le competenze relazionali con il Service Learning', del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione DPSS, dell'Università di Padova.
Magari ci si ritrova in Brasile per un'esperienza di Service Learning Internazionale.
Nicola Andrian (Coordinatore Progetto BEA e INTEREURISLAND)

"Migliaia di candele possono venire accese da una singola candela" ... Peer education & Service Learning Internazionale - Incontro di condivisione Progetto BEA e INTEREURISLAND

Mi ha sempre fatto vibrare ciò che Panzavolta dice e scrive in merito all'educazione fra pari: «un intervento che mette in moto un processo di comunicazione globale, caratterizzato da un’esperienza profonda ed intensa e da un forte atteggiamento di ricerca di autenticità e di sintonia tra i soggetti coinvolti. Questa pratica va oltre la consueta pratica educativa e diviene una vera e propria occasione per il singolo soggetto, il gruppo dei pari o la classe scolastica, per discutere liberamente e sviluppare momenti transferali intensi»(*)

Incntro di gruppo on-line, studentesse/i rientrate/i dal Brasile e in partenza (UNIPD & UNEB)

Uno degli appuntamenti 'fissi' del ciclo del Progetto BEA e del programma INTEREURISLAND (sempre più in connessione e ..comunione) è l'incontro 'formativo' di condivisione fra chi è rientrata/o dall'esperienza in Brasile e chi si sta preparando per partire.
A noi dell'equipe EnARS - BEA, piace pansarlo e viverlo nella nostra sede, con una mattinata intera di tempo 'senza tempo', cioè senza orari serrati e/o specifici obiettivi da raggiungere, ed arrivando ognuna/o con qualcosa di pronto o con gli ingredienti per cucinare assieme per il 'pranzo condiviso' (momento, quest'ultimo, che per alcuni apsetti si rivela più profondo e significativo dell'intera mattinata).
Quest'anno, per la prima volta, lo abbiamo realizzato ... in presenza 'on-line' con 'ponti' da diverse parti d'Italia e dal Brasile.
Martedì 19 maggio, appuntamento alle 18.18 (italiane) in una piattaforma virtuale, un'esperienza nuova, diversa, che, però, non ci ha impedito di mettere in moto quel processo di comunicazione di cui ci parla Panzavolta.
Un incontro che, comunque, è stato utile ..." sia per quanto riguarda le informazioni che ci sono state date, sia per le emozioni trasmesse: la soddisfazione e il senso di pace che li accomuna mi motiva sempre."
o anche per ... "chiarirmi le idee sulle varie sedi di tirocinio. Mi ha colpito positivamente l'emozione di tutti mentre raccontavano la loro esperienza, anche dietro a uno schermo si è percepito il loro entusiasmo!  E secondo me è stato molto formativo anche sentirli parlare delle difficoltà che hanno avuto e il modo che hanno trovato per superarle, come il confronto con il tutor o in équipe." (contributi tratti delle semplici riflessioni post - esperienza di chi si sta preparando a partire).

Il protagonismo degli studenti coinvolti è, di fatto, una componente essenziale, prioritaria, della proposta pedagogica del Service Learning attraverso la quale si sviluppa la maggior parte delle attività BEA e INTEREURISLAND.

Grazie Agnese, Francesco, Eleonora, Elisa, Ilenia, Maria, Martina, Valentina B. e Valentina G. (Corsi di laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione FISPPA e Psicologia dello Sviluppo, della Personalità e delle Relazioni Interpersonali DPSS, dell'Università degli Studi di Padova / UNIPD), Ana Carolina e Clarissa (Corsi di laurea in Pedagogia e in Scienze infermieristiche dell'Universidade do Estado da Bahia /UNEB, Brasile).
Buon cammino a noi ...
Nicola Andrian,

(*) Panzavolta S., 2004 Peer education: l’educazione tra pari che passa conoscenze. L’educazione fra pari per sviluppare il sapere, modi di fare, credenze e abilita e per far crescere la responsabilità. on-line: http://www.bdp.it/content/index.php?action=read&id=1133

Il titolo riprende parte della seguente citazione: "Migliaia di candele possono venire accese da una singola candela, e la vita della candela non sarà abbreviata. La felicità non diminuisce mai con l’essere condivisa."
(Buddha)

Villaggio per la Terra, Roma - 1° Weekend formativo residenziale per esperienze di mobilità verso il Brasile


Dal 25 al 29 aprile, si è svolto il grande evento "Villaggio per la Terra", organizzato da HeartDayItalia in collaborazione con il Movimento dei Focolarini nella bellissima location dei giardini di Villa Borghese, a Roma (http://www.villaggioperlaterra.it/)
Un momento di lavoro di gruppo preparando l'incontro del 26 aprile

Un’occasione unica di approfondimento, sensibilizzazione e confronto su alcuni temi della sostenibilità ambientale e sociale, con un focus specifico sull’Amazzonia, declinati lungo i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 e le 5P della sostenibilità: People, Planet, Prosperity, Peace e Partnership.
Noi c’eravamo per il 1° weekend formativo residenziale per esperienze di mobilità in Brasile attraverso il programma INTEREURSILAND e il Progetto BEA e come parte integrante del gruppo SCHOLAS OCCURRENTES (https://www.scholasoccurrentes.org/)

Al Talk del pomeriggio del 26 aprile incontro il mondo dell'impresa



Venerdì 26 Aprile abbiamo partecipato all'incontro per universitari e ricercatori:
“Educhiamoci alla Sostenibilità – Community engagement e service learning” Workshop interuniversitario nelle Piazze dell'Agenda 2030.


Sabato 27 aprile al TALK "Amazzonia, foresta di culture"
Partecipa Hamangaí Marcos Melo Pataxó (Tribù indigene Terena e Pataxó, Thydêwá Onlus, Brasil).


Hamangaí Marcos Melo Pataxó (Tribù indigene Terena e Pataxó, Thydêwá Onlus, Brasil)
La Terra dall'Amazzonia


"Il nostro corpo é il nostro territorio, il nostro ventre é il nostro tempio e le nostre vene sono i nostri fiumi che pulsano sangue e vita per tutto il nostro corpo. Noi abbiamo bisogno della Terra perché é da li che abbiamo il nostro sostentamento ed é li che seppelliamo i corpi di chi va.
É necessario fermarsi e pensare a cosa stiamo facendo, adesso!
E' necessario riconnettersi alla Madre Terra, lei è la madre di tutte le madri.
Molti dicono che i giovani sono il futuro del domani, ma no, noi siamo l'adesso e abbiamo un ruolo fondamentale". (Hamangai P.)

A seguito di questo momento ci si è spostati dal palco centrale per piantare un albero (un Leccio - Quercus Ilex) con la terra in arrivo dall'Amazzonia.


Ancora assieme dopo aver piantato l'albero.
Il Cerchio di valutazione finale
Sono stati momenti importanti di informazione e condivisione forti, maturando la consapevolezza che la formazione non è solo tecnica e specifica per il tirocinio che dovremo affrontare, ma anche trasversale, diremo globale, in quanto persone appartenenti alla Madre Terra per la quale ogni singolo gesto e azione è determinante per la sua salvaguardia.
Il weekend si è concluso con un cerchio di valutazione finale che ci ha permesso di riflettere su quanto vissuto e sul percorso di preparazione all'esperienza che svolgeremo in Brasile da agosto a ottobre 2019.
Grazie Ilenia, Francesco, Jamile, Martina, Agnese, Angela, Elisa, Hamangaí, Sebastian, Carina, Movimento dei Focolari e Heart Day Italia.
Il prossimo appuntamento sarà con il 2° weekend resindeziale in Bivacco dal 17 al 19 maggio 2019.
Buon cammino,
Nicola Andrian
Coordinatore programma INTEREURISLAND e Progetto BEA
SCHOLAS OCCURRENTES, INTEREURISLAND e Progetto BEA al Villaggio per la Terra, a Roma

lavoro in gruppo e Peer Education, il protagonismo degli studenti nelle esperienze di Service Learning Internazionale con INTEREURISLAND e Progetto BEA

Lavoro in gruppo e condivisione
 Giovedì 18 aprile 2019, in sede EnARS  a Padova si è svolto l'incontro di condivisione fra le studentesse e gli studenti appena rientrati e chi inizia il percorso per esperienze di Service Learning Internazionale attraverso il programma INTEREURISLAND e il Progetto BEA.

Un incontro che è parte integrante del ciclo annuale di attività per esperienze di mobilità all'estero promosse dall'EnARS in collaborazione con tre diversi Atenei (fra i quali l'Università di Padova) e cinque enti nelle rispettive comunità dei contesti italiano e brasiliano
Il pomeriggio assieme, oltre ad un pranzo condiviso, ha previsto un'alternanza di momenti di informazione e di condivisione che, nell'ottica della Peer Education, hanno permesso un confronto tra pari con la consapevolezza che ogni studentessa ed ogni studente presenti erano corresponsabili di un cammino formativo sia per se stesse/i che per i colleghi.

Ilenia D'A.(appena rientrata) e Maria S. (in partenza) 
Per Panzavolta (Panzavolta S., 2004 Peer education: l’educazione tra pari che passa conoscenze. L’educazione fra pari per sviluppare il sapere, modi di fare, credenze e abilita e per far crescere la responsabilità. on-line: http://www.bdp.it/content/index.php?action=read&id=1133.) la peer education è «un intervento che mette in moto un processo di comunicazione globale, caratterizzato da un’esperienza profonda ed intensa e da un forte atteggiamento di ricerca di autenticità e di sintonia tra i soggetti coinvolti. Questa pratica va oltre la consueta pratica educativa e diviene una vera e propria occasione per il singolo soggetto, il gruppo dei pari o la classe scolastica, per discutere liberamente e sviluppare momenti transferali intensi».
Il protagonismo degli studenti coinvolti è, di fatto, una componente essenziale, prioritaria, della proposta pedagogica del Service Learning attraverso la quale si sviluppa la maggior parte delle attività BEA e INTEREURISLAND.
Durante l'incontro, inoltre, si è pianificato il programma completo delle attività di formazione che si svilupperanno prima della partenza dell'Equipe 2019, verso le città di Petrolina-PE e Juazeiro-BA che si trovano nella regione Nord-Est del Brasile.
Grazie Jamile S.S., Giacomo L., Francesco L., Maria S., Sara F., Martina F., Ilenia D'A ed Eleonora Z. e buon cammino.
Nicola Andrian,
Coordinatore BEA - INTEREURISLAND
Il gruppo a fine incontro

Il valore dell'incontro e dello scambio ... 5 generazioni BEA e INTEREURISLAND

Infarinata di ceci, foto, pasta al pesto, racconti, frittata alle verdure, curiosità, macedonia e dolcetti al cioccolato e mandorle e tante risate.
Ieri sera, nella sede del 'BEA Centro de Estudos e Práticas', a Petrolina-PE in Brasile, alla Ceia de Confraternização, 5 generazioni nella linea del tempo del progetto BEA e del programma INTEREURISLAND.

Ceia de confraternização BEA - INTEREURISLAND
Da Veronica Urbani (studentessa FISPPA / UNIPD, tirocinio formativo attraverso il Progetto BEA, da Marzo a luglio 2016 in Brasile) a Jardiel Breno (studente DCH III / UNEB in partenza per uno scambio interculturale attraverso INTEREURISLAND, da marzo a luglio 2019 in Italia).
Assieme a Gemina Fernanda, Raiane Tupiná, Allicia Cabral e Luana Canário (Pedagogia, DCH III, UNEB) e Ilenia D'Attis e Eleonora Zerbetto (Psicologia, UNIPD).
Partire da casa, viaggiare, uscire dalla nostra zona di conforto ci permette, se lo vogliamo, di vivere la ricchezza dell'incontro. Un incontro innanzi tutto con una parte ancora sconosciuta di noi stessi e, solo successivamente, con le persone che lo stesso viaggio ci fa conoscere.
Credo in un'Università che propone e stimola attività di dialogo interculturale, di integrazione e di educazione ad una cittadinanza attiva nel mondo.
Nicola Andrian